Trip Advisor

di Edoardo Rubatto

Trip Advisor

di Edoardo Rubatto

Camping l’Iguana – Marina di Pietrasanta (Lucca)

 

Ricky88 Sono stato in questo campeggio bellissimo sul mare con la mia ragazza. La cosa strana è che trasmettevano sempre l’album My Everything (deluxe) di Ariana Grande a tutto volume. Lo sentivamo al bar, alle docce, al bungalow, alla piscina e alla spiaggia. Io mi sono divertito perché Ariana Grande a me piace moltissimo, sia come fisico sia come cantante. Alla mia ragazza invece Ariana Grande non piace per niente (soprattutto la canzone Break Free ft. Zedd) allora mi ha chiesto di fare una recensione negativa col mio profilo perché dice che è arrabbiata e non vuole farsene uno suo. Metto 1 stellina su 5 perché la amo e non voglio litigare, però comunque a me è piaciuto.

 

*°°°°

 

Hotel Cavalcanti – Cesenatico (Forlì-Cesena)

 

Anonimo055 Ho soggiornato in questo hotel insieme alla mia famiglia per cinque giorni con l’idea di visitare Cesenatico e fare un po’ di mare, ma quello che abbiamo vissuto è stato soprattutto pauroso, se non addirittura TERRIFICANTE.

Tanto per cominciare siamo stati DROGATI con i cioccolatini di benvenuto. Nonostante abbia ispezionato i cremini a dovere prima di somministrarli a mia moglie e ai miei figli, una volta mangiati abbiamo accusato una strana sonnolenza che ci ha accompagnati per tutta la vacanza. Quando sono uscito dalla camera per chiedere alla direzione se potevano farmi vedere i cioccolatini degli altri ospiti mi hanno detto che non era possibile. Il motivo? Non si sa. Io questo lo chiamo INSABBIAMENTO. Visto che mi stavo arrabbiando molto mi hanno fatto vedere degli altri cioccolatini (in carta rossa, i miei erano in carta verde) evidentemente NON manomessi. Per fortuna tornando in camera mi sono accorto che il personale mi teneva d’occhio facendo finta di lavorare, così ho potuto proteggere la mia famiglia in questa situazione SURREALE. Ora, io non sono mai stato paranoico, però credo di aver incrociato lo sguardo di TUTTI, nessuno escluso. Bizzarro, no? Una volta rientrato in stanza i miei figli mi hanno aiutato a barricare la porta con un armadio e non siamo più usciti. Abbiamo mangiato le patatine del minibar per quattro giorni, poi ce ne siamo andati in piena notte per eludere gli inservienti. Nel complesso mi è piaciuta come esperienza.

 

***°°

 

CandyLand – Tezze sul Brenta (Vicenza)

 

FedericaCoppini Io e mio marito siamo venuti qui perché eravamo incuriositi dall’idea di soggiornare in una casa fatta interamente di caramelle. In effetti la struttura è conforme alla descrizione, ma purtroppo questa mattina siamo rimasti entrambi appiccicati alle pareti. Ormai sono passate alcune ore e abbiamo deciso a malincuore di chiamare i soccorsi, intanto ne approfittiamo per consigliarvi di prenotare, se volete, un soggiorno in questa particolare struttura, ma solo in inverno. Sconsigliamo fortemente la stagione estiva!!

 

**°°°

Camping Bellavista – Vendicari (Siracusa)

 

BenedettaBenny comodissimo l’accesso alla spiaggia, ottimi i servizi, ma personalmente non avrei arato il campeggio.

 

**°°°

 

Albergo Nuovo – Bari (Bari)

 

Paolino Non ho mai capito come si accendeva la luce della camera, quindi per tutta la settimana sono rimasto al buio. Il fatto è che mi vergognavo a chiedere giù in reception allora ci ho provato tutti i giorni della mia permanenza però niente. Quando sono tornato, il mio psicologo mi ha detto che in alcuni alberghi moderni devi mettere la scheda (quella che usi anche come chiave) dentro una specie di cassettino sul muro e così puoi accendere la luce. A me sembra una stronzata, ma pazienza. Ovviamente non volevo scrivere questa recensione perché mi vergogno molto, però il mio psicologo mi ha detto di farlo perché fa parte della terapia. Quindi se devo dire la mia opinione sull’albergo per me è ok in generale, anche se la sera ero piuttosto nervoso per via di questo problema della luce.

 

***°°

 

Hotel Le Coronarie – Laigueglia (Savona)

 

GloriaMM Mi sono sempre piaciuti gli alberghi tematici, ma qui c’è sangue dappertuttoooo!!!!!

 

*°°°°

 

Agriturismo La Gentilezza – Scansano (Grosseto)

 

Alessia Ho trascorso delle splendide giornate di relax all’interno di questa tenuta mozzafiato nel cuore della Maremma (mezz’ora a piedi dal paese di Scansano). Che tripudio! Un vero e proprio inno alla vita. Consiglio a tutti questa esperienza idilliaca indimenticabile. Inebriata dai profumi della vegetazione e immersa nella ri-lettura di Madame Bovary, sono stata viziata come una regina dai due meravigliosi gestori Paolo e Siria, puntuali a confezionare squisiti manicaretti con le primizie del loro (dionisiaco) orto sinergico. In quei giorni ho avuto anche l’occasione di entrare in sintonia con la fauna locale: mi sono fatta ammaliare dal canto degli uccelli, ho parlato la lingua degli scoiattoli, sono scappata a piedi nudi da una femmina di cinghiale maremmano (purtroppo abbiamo dovuto sedarla, ma che avventura!).

Cari Paolo e Siria, vi confesso che sto facendo veramente fatica a tornare alla vita di tutti i giorni, infatti l’altra settimana mi hanno sorpresa mentre rubavo alla Basko. Visto che non mi rispondete sul fisso e non so come contattarvi in altro modo, vi lascio qui il mio numero nel caso vogliate darmi una mano con le spese processuali: 3395838899

 

*****

 

Hotel Pecora – Pineto (Teramo)

 

46Valentino46 mi dite perché parlavano polacco?? non c’ho capito un cazzo tutta la settimana… uno va al mare in abruzzo è possibile che si ritrova il personale fatto di uomini alti due metri che non capiscono quando gli parli??? ……e manco ti ascoltano, se ne vanno dritti… minchia che fastidioooo…. poi non so neanche se erano polacchi, ma penso di sì.… o russi….. boh comunque non si capiva niente e alla fine mi sono spaccato sui go kart che c’erano gli sconti…. fighissimi i go kart…… piantavo certe stecche……. una volta ho pure dato il giro nella paglia…..aaahaaahahaha…. e comunque anche quello dei go kart era polacco, però basta che gli facevi il gesto e lui ti faceva salire…. minchia dopo un po’ che palle sto polacco (come lingua dico)… però alla fine ti abitui

 

***°°

 

Divertilandia – Pineto (Teramo)

 

46Valentino46 cazzoooo mi sono spaccato una gamba……..

 

*°°°°

 

Edoardo Rubatto nasce nell’inverno dell’85, cresce in campagna e si laurea in antropologia culturale. Oggi vive a Torino, fa il copywriter freelance ed è direttore dei contenuti nello studio multidisciplinare Mybosswas. È stato coautore, insieme a Walter Comoglio, dei magazine umoristici “Sporco” e “Ivano”.